Fame nervosa e fallimenti ripetuti nella dieta? Lo psicologo può aiutarti ad imparare a riconoscere le diverse emozioni che sottendono la ricerca di cibo e a nutrirle in maniera consapevole. 


Per mangiare senza colpevolizzarsi. 

Per godere del cibo. 

Per amare il proprio corpo.


MB-EAT


Il protocollo MB-EAT (Training per la Consapevolezza Alimentare Basato sulla Mindfulness, Kristeller & Hallett, 1999; Kristeller & Wolver, 2011) è un programma evidence based¹ specifico per il miglioramento del rapporto con il cibo in soggetti con problematiche di fame nervosa, alimentazione incontrollata o binge eating, obesità, fallimenti ripetuti nel mantenimento dei risultati conseguiti attraverso programmi nutrizionali o difficoltà nel seguire con costanza e produttività tali regimi.


Il protocollo è un percorso breve e di durata definita (10 incontri) in cui non viene detto cosa mangiare o non mangiare, anzi si viene incoraggiati a nutrirsi con consapevolezza e serenità di ogni categoria nutrizionale. Ciò a cui mira il percorso è piuttosto il miglioramento del rapporto con il cibo e con il proprio corpo. Per godere del cibo e di sé e per imparare ad amarsi.


Per quanto riguarda le difficoltà per alcune persone di mantenere nel tempo i risultati ottenuti attraverso regimi alimentari specifici, si stima che quasi i due terzi di coloro che perdono peso con diete restrittive, negli anni successivi lo riprendono con gli interessi. A quattro anni e mezzo dalla conclusione della dieta si stima che la percentuale di persone che hanno mantenuto la perdita di peso varia da meno del 3% (100% della perdita di peso) al 28% (mantenimento di meno del 10% della perdita del peso iniziale) (Priya Sumithran P., Proietto J., 2013). Ciò è particolarmente vero per quei soggetti che gestiscono i propri stati emotivi attraverso il cibo e che nel contempo non sono in grado di percepire correttamente i segnali di fame e sazietà. Tutto questo può portare a frustrazione e insoddisfazione per il proprio corpo, unitamente ad una esperienza di rapporto con il cibo e l'alimentazione vissuta all'insegna del senso di colpa che obbliga l’individuo all’interno di un circolo vizioso: restrizione rigida –sgarro o abbuffata – senso di colpa. Attraverso il protocollo l’obiettivo è la trasformazione di tale meccanismo in un circolo virtuoso, in cui nutrirsi liberamente e con consapevolezza.


Ricapitolando: il protocollo MB-EAT, attivo presso lo studio, è un percorso in 10 sedute per cercare di smettere di odiare e punire il proprio corpo e finalmente amarlo e gratificarlo. 


La prima seduta è di orientamento, per valutare insieme se sia o meno il percorso maggiormente indicato e se ci siano le condizioni per poter lavorare insieme proficuamente. Nei successivi 9 incontri costruiremo insieme, attraverso esercizi di mindfulness specificatamente strutturati, la strada verso un’alimentazione più consapevole e soddisfacente. Il programma si rivolge in generale a tutti coloro che desiderano migliorare la gestione del  rapporto con il cibo riducendo lo stress, il giudizio, la negatività e la sofferenza ad esso legati, per imparare a trarne nutrimento, soddisfazione e godimento: in poche parole, per il proprio benessere.



Il percorso è perfettamente integrabile con eventuali regimi alimentari predisposti da dietologi e/o nutrizionisti, con i quali è possibile lavorare in proficua collaborazione.


PSICOLOGO - PSICOLOGA - PSICOLOGIA - COUNSELING - ANSIA - DEPRESSIONE - ATTACCHI DI PANICO - ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA - BINGE EATING - AUTOSTIMA - MOTIVAZIONE - MINDFULNESS - PESARO PSICOLOGO - PSICOLOGA - PSICOLOGIA - COUNSELING - ANSIA - DEPRESSIONE - ATTACCHI DI PANICO - ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA - BINGE EATING - AUTOSTIMA - MOTIVAZIONE - MINDFULNESS - PESARO PSICOLOGO - PSICOLOGA - PSICOLOGIA - COUNSELING - ANSIA - DEPRESSIONE - ATTACCHI DI PANICO - ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA - BINGE EATING - AUTOSTIMA - MOTIVAZIONE - MINDFULNESS - PESARO


¹ Gli studi condotti dal gruppo di Jean Kristeller, ideatrice del protocollo, mostrano risultati significativi nel miglioramento dei comportamenti alimentari disadattivi. Per approfondimenti:

https://scholar.google.it/scholar?q=mb-eat+evidence&hl=it&as_sdt=0&as_vis=1&oi=scholart&sa=X&ved=0ahUKEwjYm9v66L3NAhUK2hoKHWmGCzQQgQMIGjAA

http://www.umassmed.edu/cfm/research/

http://www.mindfulnet.org/page4.htm

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=MB-EAT


Per richiedere informazioni o prenotare un appuntamento  

visita la pagina dei contatti 

oppure




Per rimanere sempre aggiornato sui servizi offerti, seguimi sulla pagina facebook!